di Pietro Nenni e altre sviste

non posso consentire a un idiota di dire idiozie, o parole d’odio, o falsità. non darò mai la vita perché possa farlo. e sono anche stanca di giustificare ogni violenza per i sensi di colpa di un Governo di merda, di tutti i Governi che non sono riusciti a raddrizzare questo Paese. ma non è giusto che sia io a pagare per la loro diseducazione.sono nata quando si parlava ancora di questione Meridionale, benché la Questione dovesse essere già stata abbondantemente risolta grazie alla Riforma agraria e la Cassa del Mezzogiorno. all’epoca si recriminava ancora, Pietro Nenni, i fascisti veneti, che forse a ben guardare al gabbio ci dovevano restare.e invece. sono stata adolescente e ho marciato perché noi donne avessimo un posto accanto all’uomo, e non sotto o dietro, e non quote rosa, e oggi, dopo l’uscita di Baricco, prendo atto che non è servito a nulla, e che il femminismo, buona parte di esso, serve soltanto a ottenere Like sui social, o scrivere romanzetti “al femminile”, tanto quando serve ci si mette ancora a pecora, ideologicamente e fisicamente. quindi no. non vedo perché dare solidarietà a chi merita solo fischi. è una vita che do il buon esempio, ma la mia onestà non mi è servita a molto. vince la faccia di culo, vince la testa di cazzo, vince il disonesto. io mi guarderò allo specchio un giorno e mi sentirò degna di mio padre e di mia madre. cazzarola, che colpo di culo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...