#femminicidio

a pacchi la retorica social. sovrabbondante quella di giornalisti e commentatori. perché i protagonisti sono loro, con le definizioni edulcorate e romantiche dell’assassino in prima pagina, le parole di condanna o, viceversa, di perdono. protagonisti siamo noi con i nostri post che creano traffico sul blog, mille retweet per il nostro hashtag.

e lei resta sullo sfondo. Silvia; Maria, Giuliana; Paola, Sara; Sonia, Libera, Roberta, Marcella, Fabiana, Claudia. perché i protagonisti siamo noi che ne prendiamo le difese, che mostriamo le nostre lacrime, noi che acchiappiamo gli applausi, noi che scriviamo racconti e poesie: dopo che è stata uccisa, lasciata in una buca, sfregiata.

poi, alla prima occasione utile insultiamo il nostro prossimo, soprattutto se femmina.

qui Pioggia Dorata

qui Conversazioni sentimentali in Metropolitana

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...