l’eccezionalità del mezzo

quando vi leggo mi domando dove viva io, invece, e come mai il mio mondo sia popolato per lo più da gente mediocre, da vicini di casa chiassosi, da automobilisti che non si fermano quando attraverso la strada sulle strisce, da donne e uomini ineleganti, da genitori che mettono il cellulare in mano al figlio di due anni, da gente che non apre un libro dall’ultimo esaurimento nervoso.

quanto vi invidio, viceversa circondati da geni della letteratura, da personaggi eccezionali, da uomini e donne giusti per lo più incontrati casualmente, da persone che hanno capito tutto dell’esistenza e ve l’hanno pure insegnato.

cazzo.
odio la mitomania cui i social vi hanno ridotti.
e comunque, fossi in voi lavorerei di photoshop anche sugli ambienti che vi circondano, oltre che sul contorno occhi: le librerie vuote, il nulla dentro tanta eccezionalità.

qui Pioggia Dorata, racconti scandalosi sul perbenismo di casa nostra.

qui Conversazioni sentimentali in Metrpolitana.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...