nepotismo fascista

il figlio di Giovanni Gentile per esempio, Giovannino, fu un noto raccomandato fascista. no, perché quando parlate della meritocrazia del ventennio non avete neppure idea di che cosa dite. pare addirittura che quel genio di Ettore Majorana fosse sparito proprio a causa di ciò, quando vide il giocondo pargolo di famiglia entrare nel portone del Regio Istituto di Fisica dell’Università di Roma senza averne diritto.

quando ero ragazza io, che sembrano secoli fa per la cultura del rispetto che regnava sovrana, essere figlia del Prof, e poi di che Prof, era già di per sé sinonimo di privilegio. eh sì, immaginate la mia gioia nell’essere tenuta sotto osservazione dai Prof che temevano una mia debacle e dai colleghi studenti che magari l’auspicavano. il puntuale “ah, tu sei figlia della Bibolotti”, era condanna certa, domande assai più difficili, verifiche.

anche quando affrontai la difficilissima audizione per la Silvio d’Amico (620 richieste per 12 posti) mi trovai in grande difficoltà. mia zia Barbara Valmorin, attrice ronconiana e cobelliana di grande rettitudine, mi persuase a non fare mai il suo nome, che sarebbe stato controproducente. puntualmente (il mio è un cognome che non si scorda, soprattutto se sei stato comunista) Mario Ferrero m’individuò subito come la nipote di quella “mezza toscana polemica” che lavorò per lui nella Fedra quando ancora non aveva cambiato cognome ed eccomi marchiata a fuoco. il: vediamo un po’ come se la cava la nipote della Valmo fu il ritornello odioso della mia formazione artistica.

oggi, invece, che bello. fratelli recensiscono sorelle, mogli pubblicano mariti, fidanzati nominano fidanzate a capo delle imprese. oggi il nepotismo non è soltanto inevitabile ma addirittura esibito. tanto, se poi ti azzardi a mettere in dubbio le capacità del raccomandato, minacciano di trascinarti in Tribunale.

qui Pioggia Dorata, la raccolta erotica da leggere con entrambe le mani

qui il mio romanzo uscito per Castelvecchi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...