lettrice da letto

no no no, niente di particolarmente erotico eh.
è che da lettrice da letto mi faceva piacere smentire categoricamente l’insistente voce di chi sostiene (proprio tanti) che il letto sia nemico della narrativa.
per me è esattamente il contrario, perfino Murakami mi conduce rapidamente sulle rive tiepide del sonno se mi metto a leggere in pieno giorno in giardino, all’ombra di un albero, come normalmente dovrebbe accadere in questa stagione.
uno volta mi addormentai in un caffè a Montparnasse: BUM, sul tavolino e su A perdifiato di Covacich, che pure è un romanzo che tiene svegli.

da lettrice notturna mi bastano 60 pagine a notte per tenere un buon ritmo.
il mio uomo (il Man) lo sa che se voglio andare a letto presto non è per accoglierlo dentro di me con ardore, e che se sospiro non è per un altro. c’è chi farebbe meglio a non tenere la TV in camera e chi i libri.

come mi disse una volta l’editore Cesare De Michelis parlando di uno dei libri di maggior successo della sua Casa Editrice, al termine di un incontro con gli studenti Luiss al Master in editoria e scrittura creativa, un buon libro è come un appuntamento fisso, il desiderio di tornare a casa e mettersi in poltrona per eclissarsi altrove. un desiderio che ti tiene sveglio come un amante. (questa del desiderio è mia, non del noto editore).

qui il mio ultimo romanzo Castelvecchi

qui i miei racconti erotici GiaZira Scritture

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...