caro Franzen, i gatti, però, lasciali stare

è vero, lo scrittore statunitense non usa i social, non sa che la gran parte degli utenti non legge oltre il titolo e, quando lo fa, il più delle volte non comprende la differenza tra un discorso per assurdo e una proposta di legge. si è persa l’abitudine a ragionare senza giungere necessariamente a una soluzione, sentirlo fare agli altri ci dà noia, abituati a ricettine per la vittoria fatichiamo a pensare a qualcosa che sappiamo già non troverà soluzione. tipo, appunto, il problema dell’inquinamento e della sensibile diminuzione degli uccelli.

no, dai, siamo seri, sto parlando di volatili. il dialogo qui è tra lo scrittore di Libertà e il rappresentante della Lipu Italia in occasione dell’ultimo lavoro dello scrittore birdwatcher in libreria in questi giorni La fine della fine della terra (Einaudi), una serie di RIFLESSIONI sulla complessità dell’oggi e sulla salvaguardia della natura. nell’articolo si fanno proposte inaccettabili e ovviamente provocatorie, come la soppressione dei felini, già proposta da Franzen in Libertà, attraverso un personaggio che studia la maniera per fare fuori il gatto del vicino. e dìaltra perte che cosa aspettarsi da un birdwatcher?

ma le soluzioni non sono certamente tra quelle fatte nell’articolo, e lo sa anche l’autore. forse non sa, però, che il pubblico non coglie più le provocazioni, non distingue le variazioni di colore, il rosso è solo rosso e un’idea esposta per assurdo è già convincimento. dopo lo shitstorming sulla scrittrice fiorentina ecco una nuova sagoma per il tiro al bersaglio delle proprie convinzioni (leggere i commenti degli utenti).

a Franzen consiglierei una strategia pubblicitaria diversa, ipotizzare anche solo per assurdo stragi di gatti gli farà perdere molti lettori, sebbene creda che, se questo nuovo disprezzo per gli scrittori portasse a una sensibile diminuzione di chi occupa le redazioni di brutti manoscritti, sarebbe già una gran vittoria.

qui il mio ultimo romanzo serio

qui i miei racconti porcissimi

7 pensieri su “caro Franzen, i gatti, però, lasciali stare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...