10 sconsigli inutili

10 sconsigli inutili per entusiasti della scrittura.

la natura umana è sadica, suggerisce a chiunque la stessa cosa: di tentare ancora, che si è a pochi passi dal successo, che nella vita ci vuole un gran culo, che faranno tutto gli editor, che sicuramente questo manoscritto farà il botto. un po’ come quando decidesti di andare al mare il 1° maggio con quel caldo torrido, in fila per 4 ore soltanto per uscire dal raccordo.

e sfatiamo subito un mito: per campare di scrittura bisogna avere già un ottimo stipendio o, in alternativa, vendere milioni di copie tradotte in tutto il mondo. e se pubblicare il primo romanzo non è stato difficile perché ormai ci sono più case editrici che librerie, migliorare la propria condizione di invisibili sarà complicatissimo, e se sei scoraggiato alla prima pubblicazione, sappi che la seconda potrebbe andare peggio.
1) se è l’editore a cercarti, 90 su cento non è per arricchire il suo catalogo ma il suo portafogli.
2) per essere credibile dovrai fare il salto dal piccolo al grosso editore, ma ti manca l’asta.
3) rendere conto delle vendite del primo romanzo che è andato di merda sarà come mostrarti nudo davanti a un pubblico di esperti: molte Agenzie letterarie esigono il rendiconto del primo romanzo, oltre al versamento su c/c soltanto per leggere il tuo manoscritto.
4) da scrittore sfigato a scrittore sfigato e bugiardo è un passo: non gonfiare mai i numeri, esiste un software che attesta l’esatta quantità di copie vendute.
5) ricorda che se hai vendicchiato faticosamente con il primo, non sarà lo stesso con il secondo: al paesello ti hanno letto per curiosità: per coglierti in fallo, per far piacere a tua madre, le tue ex per vedere se ti ricordi di loro.
6) se conti sui parenti devi averne veramente tanti.
7) anche gli amici latitano. e a un certo punto cambieranno strada.
8) un Agente letterario non rilegge mai lo stesso autore nell’arco della stessa esistenza, se si offre di leggere qualcosa di tuo, fatti il segno della croce e scegli bene tra ciò che hai nel cassetto.
9) per sapere se la tua storia funziona hai due possibilità: fare un rito voodoo o iscriverti a una famosa scuola di scrittura.
10) per essere citato su FB dal guru dell’editing, invece, basterà che ti iscriva al suo corso settimanale.

Qui il mo ultimo romanzo d’amore “Conversazioni Sentimentali in Metropolitana” Castelvecchi Editore (anche in libreria)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...