prima erano tutti attori

ovunque andassi, cena, cinema, teatro con amici, in spiaggia d’estate, incontravo attori. dopolavoristi, allievi, professionisti, sognatori. da ragazza pensavo che il mondo fosse popolato soltanto da attori, registi, macchinisti, scenografi, tecnici, direttori di scena e sarte. adesso il mondo è popolato da scrittori.

perché si fa presto a dire scrittori, lo so, come per Murakami si fa presto a dire “bianco” senza che ciò indichi nulla. ma mi domando quanto culo si debba avere per farsi notare tra tutti questi scrittori, e quanta arroganza nel credere di spiccare tra tutti. ognuno con il proprio libro sotto il braccio, poco importa se stampato grazie all’obolo dei lettori o all’offerta lasciata all’editore, comunque testimonianza del proprio status di creativo infelice.

io non sono infelice. si smette di piagnucolare quando l’attenzione dell’altro non è più necessaria, quando capisci che l’altro non ha curiosità che per se stesso, che l’umanità c’entra poco con l’opportunità che è l’unica forza che muove il mondo delle conoscenze. basta leggere una biografia qualsiasi per sapere che se si nasce donna è già un casino, che se si nasce donna e sensuale è anche peggio e che certi legami sono più importanti di un buon uso della sintassi o di una buona idea.

è come quando smetti di farti illusioni sull’amore perché hai scoperto che dopo un po’ finisce sempre e finisce tutto e ti lasci andare all’orgasmo senza pensare a quando lui se ne andrà. così a un certo punto si scrive per il piacere di costruire una storia veramente necessaria e buona, senza lasciarsi distrarre da chi può esserti utile a cosa, a chi inviare cosa e perché. per scrivere mi bastano le parole del mio amico Giovanni, morto a soli cinquant’anni qualche settimana fa: scrivi, e basta, e ricorda che sei molto musicale, quindi evita come la peste assonanze e rime, cancella tutto ciò che ti sembra veramente efficace e studia, studia sempre, perché il cammino è sempre più importante della meta.

qui il mio ultimo romanzo edito da Castelvecchi

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...