anche da Vinci sarebbe spacciato

svegliatevi, vi prego, siete così instupiditi dalle serie TV da dimenticarvi persino le vostre origini pagane, o il perdono cattolico di cui tanto parlate sui social, la compassione verso chi ha smarrito la retta via: perché noi non puniamo, ricordatelo, il nostro dio non prevede gogne. fate tanto per sentirvi itaGLIani, in piazza, vestiti di nero che rievocate i bei tempi in cui “c’era lui”, con tanto di capocciate ai giornalisti, e poi vi fottete sulla sodomia Made in USA, arricciate il naso come i fratelli oltreoceano sugli scandali sessuali dei divi di Hollywood che hanno contrastato l’ascesa di Trump: ah, non ci avevate pensato? bravi, ecco, fatelo ora.  osannate il re del porno deceduto pochi mesi fa col suo impero di conigliette, e poi godete della cacciata di Spacey dal paradiso losangelino. non so come riusciate a essere così contraddittori.

e poi loro sono quaccheri, ricordatelo, calvinisti, è gente ruspante, sono vaccari, petrolieri. sono vissuti nella casa della prateria tra la loggia del leopardo e quella della lince. sono gli stessi che hanno dato da scrivere capolavori di sofferenza al grande Tennessee Williams, omosessuale represso da padre violento, drammi sul puritanesimo mortifero come Picnic, di William Inge; sono quelli che hanno condannato Clinton per una pompa di stagista sotto la scrivania: noi, invece, facciamo battute sulla nipote di Mubarak e il suo mentore televisivo, lo ricordate. cos’è?, la povera Noemi era meno molestata delle altre?

io continuerò ad apprezzare Spacey, così come leggo Pasolini, nonostante i ragazzi di vita (vero, Diletta?). cosa facciamo?, passiamo un colpo di spugna anche su Leonardo da Vinci?, e Caravaggio? ah, e Shiele?, che si scopava modelle minorenni?, Melville, Rimbaud. E la Woolf?, lo sapevate che nel castello del Kent di Vita Sackville- West, sua fedele amante, si tenevano belle orge?, e Proust, il vostro beniamino, chissà quanti ragazzini si è fatto. oh, dio… non scuotete la testa. e se il mondo dell’arte con le sue opacità vi fa orrore, bene, anzi meglio: finalmente ci lascerete in pace.

qui il mio ultimo romanzo Castelvecchi Editore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...