nulla per cui dannarsi

tempo fa, parliamo di alcune settimane, mi sono trovata in condizioni di cui non ero artefice e cui non potevo oppormi. fatti che non dipendevano dalla mia volontà ma che anzi le andavano contro, come se qualcuno avesse violato una parte del mio corpo senza che l’altra parte potesse fare nulla per salvarla. palpitazioni, tremarella, insonnia, e, nonostante i miei 26 anni di meditazione trascendentale e le tante batoste già ricevute,  rabbia e risentimento che non riuscivo a governare. mi sentivo defraudata di me stessa, messa alla gogna per un reato mai commesso: puntigliosa e perfezionista avevo davanti a me la catastrofe del pressapochismo. alcuni avvocati mi avevano anche garantito la vittoria, consigliandomi però, da amici veri, di evitare cause e casini.

così ho lasciato andare. messa nella condizione di non poter riparare al danno fatto da altri, ho mollato la presa: non c’è veramente nulla per cui valga la pena dannarsi, anche se ho puntato tutto sul lavoro e la mia realizzazione, rinunciando al resto, compresa la salvifica maternità, mi devo arrendere alle dinamiche conosciute, al nepotismo, alle raccomandazioni di ferro, al fatto che non ho più trent’anni, che non posso piacere a tutti, che non posso fare a meno di scrivere ciò che penso, che riceverò ancora risposte vaghe, che vedrò ancora pessimi romanzi in vetrina, che potrò sentirmi dire che sono io che invece non so scrivere.

come scriveva Philip Roth?, che la vita è il breve lasso di tempo in cui viviamo? vorrà dire che se il mio tentativo di lasciare un segno fallirà, sarà come non fossi mai esistita, ma almeno avrò vissuto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...