quella che ride

qualche tempo fa, a cena, un blasonato critico letterario mi sussurrò all’orecchio che i romanzi femminili piacciono, eccome, e vendono pure, se pregni d’ironia sferzante. perché l’editoria ci brama e ci accoglie, noi femmine, per lo più se lavoriamo di leggerezza. affinché i problemi di noi donne restino sempre e comunque fatti di cui ridere.

quindi storie d’amore, sì, manuali di galateo, vademecum per la moglie perfetta, di cucina, noir ma che divertano, erotici con garbo, nei quali protagonisti fichissimi vadano incontro a un lieto fine da favola, non complessati come i miei eroi normodotati e poco inclini all’amore romantico. bene la violenza di genere, ottima anzi, ma come fatto episodico, ora che va di moda, perché insistere sul machismo può andare a noia, e, soprattutto, non ci sarà più mezzo maschio che vorrà provarci con te, scrittrice scassaminchia.

lo dice anche il Kamasutra, che, tra le doti di una buona moglie, ossia suonare due strumenti, parlare almeno tre lingue, danzare, baciare, cantare, cucinare, tagliare abiti, comporre versi, dare piacere, ornare il letto con petali profumati, fare di conto, ricevere gli ospiti e onorare il marito, c’è anche la capacità di far ridere.

la conditio sine qua non per scrivere un romanzo di successo è quindi essere carucce, arrogantelle, ironiche, pungenti come piccole Lucarelli, sfrontate, e magari aver fatto un corso di scrittura tra i più noti. oppure, se over quaranta e non incline al suicidio, la bellezza al primo posto, matura e sensuale, se sei anche ricca meglio, così non scasserai i coglioni all’Amministrazione della casa editrice per ottenere le misero dovuto che di norma non ti darà.

nevvero? giurin giurello? mai entrati in una libreria negli ultimi 12 mesi? vi faccio qualche titolo di romanzo femminile cult a rischio di aumento glicemia?

il 28 settembre 2017 in libreria con “Conversazioni sentimentali in Metropolitana” Castelvecchi Editore.

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...