se ti conosco ti vedo

per amore della musica ho perso un attico in via Leonina di 120 mq con terrazza, a Roma, nei pressi del Colosseo. chi mi conosce lo sa. che in prime nozze mi sia unita a un megalomane che ha reso vano ogni mio tentativo di nobilitare, nel mio piccolo, la musica jazz in Italia, è un problema secondario. che non mi abbia mai letta in tanti anni ed io possa scrivere di lui ciò che voglio, è per me un risarcimento.

ma parliamo di musica e della responsabilità che un po’ è anche vostra, perché non ci sono soltanto i figli di Maria de Filippi a fare musica di merda per voi. perché mentre gli artistoidi senza voce né talento o capacità di lettura a prima vista, ma soltanto visibilità, salivano in ciabatte sul prestigioso palco del 1° maggio per fare le prove del concerto che vi avrebbe ammorbato la giornata, (leggo critiche asperrime a tal proposito), alla fine di via del Corso, esattamente in via dei Greci, presso il Conservatorio di Santa Cecilia di Roma, quindici trombonisti al di sotto dei 25 anni, (il trombone, vi raccomando, non è il basso tuba, fate sempre lo stesso errore), salivano sul palco dell’Auditorium per accompagnare Marcello Rosa. quest’ultimo, per dire come è bizzarro il mondo, trombonista ormai ottantenne di fama tra gli extracolti, ma completamente ignorato in gioventù dalla televisione che invece sceglieva Arbore, chiamato dagli addetti ai lavori il maestro dello zum pà pà ed eletto comunque Presidente onorario della Casa del Jazz, un paio di anni fa, per motivi a mio avviso assai oscuri.

il problema non sono soltanto i figli di Maria, ma voi ascoltatori incolti, che non andate a sentire chi non conoscete, così come leggete soltanto libri in classifica. muovete il culo ogni tanto e leggete i programmi del teatro Garbatella, per esempio, da pochi anni realtà della capitale straordinariamente fuori dagli schemi, o dell’Auditorium, o dei centri sociali tanto contrastati dalla politica capitolina. perché oltre i figli di Maria che vivono poco come le falene, ci sono bambini che a cinque anni ascoltano Ellington e decidono di prendere lezioni di trombone jazz.

qui la pagina della New Talent Jazz Orchestra orchestra giovanile di grande raffinatezza

qui il mio ultimo romanzo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...