come una Youtuber ventenne

anche il prossimo romanzo (stavolta sexfree) uscirà con GiaZira scritture, e non oltre settembre. perché Cristiano Marti non vuole rendere le mie storie più semplici e appetibili, perché pubblica libri che per lui abbiano senso e senza domandare contributi, e lo fa su ottima carta, perché paga puntualmente, perché è un uomo coraggioso tra i Titani, perché fa l’editore per amore e ora ha anche una buona distribuzione. ed è perciò che anziché farvi belli con i #classicidaleggere, mostrando le copertine di autori blasonati tanto per ottenere retweet, dovreste fare l’esperienza di leggere Pioggia Dorata (sei storie amare) e poi eventualmente recensirlo. bene o male non ha importanza, perché quando si sta nell’arena con i leoni, basta che ci si veda, quindi va bene anche il linciaggio.

se potete tollerare e anzi ridere di gusto nel vedere Sgarbi che in TV che va delirando di “pompini duri” e “soffocotti”, o di “donne chiavabili”, (e preciso di trovarlo adorabile il suo Politically Scorrect, giacché dice soltanto ciò che in fondo tutti pensano), amerete anche i personaggi di Pioggia Dorata, uomini e donne  normali, chi più chi meno esperto, in cerca della soluzione di quel nodo esistenziale che di fatto non vuole sciogliersi, dell’amore, dell’affetto che non hanno mai ricevuto.

Pioggia Dorata è da ieri in ebook, quindi chiedo agli amici di Bibolotty Moments (ma anche a chi da me voleva soltanto selfie hot), di condividermi manco fossi una youtuber ventenne, fichissima, con laurea, che parla tre lingue, orfana di madre e padre e che fa la lap dance con grazia e dedizione.
soltanto se non lo avete letto penserete al peggio.

dopo mi darete della moralista.

recensioni: http://www.giazira.it/it/sezione/articoli/elenco/rassegna-stampa.htm

“la sua forza è nella descrizione della sessualità di personaggi “veri”, plausibili, imperfetti (anche fisicamente). Finalmente si parla apertamente di eros estremo chiamando le cose con il loro nome, senza ricorrere a un orrendo frasario da Harmony oppure a corpi e genitali idealizzati. All’autrice chiediamo un ulteriore passo verso una scrittura più stilizzata e minimal, di lavorare per sottrazione gettando fuori bordo ogni zavorra: le cose a quel punto potrebbero davvero farsi interessanti” (David Frati-Mangialibri).

“Pissing, sesso, pratiche sadomaso vanno bene se diventano un tramite per indagare l’uomo (e la donna) tout court. Una lente da lettura, tipo la guerra o il viaggio. Da qui passa anche il confine, sempre a mio giudizio, tra volgarità e non. Elena Bibolotti sta ritagliandosi uno spazio nell’editoria, con il suo genere, e lo sta facendo nel modo giusto: l’erotismo non come ossessione ma come manuale d’interpretazione” (Marco Caneschi-Critica Letteraria).

“Sorprende che un tal libro sia stato pubblicato da una casa editrice giovane e rispettabile ma poco conosciuta, che se ne parli poco o nulla rispetto a tante opere dimenticabili, che poca attenzione abbia ricevuto” (Antonio Russo De Vivo- Crapula)

Però il loro centro semi sommerso è altrove, e ci trasmette una verità dell’eros, vicina ad un teorema caro al Pasolini di Petrolio: “possedere” coincide con il “Male” (si possiede sempre qualcosa di limitato), mentre “essere posseduti”, per quanto possa implicare dolore e umiliazione, è l’unica esperienza possibile del “Bene”. E lo fa creando personaggi vivi, credibili, immersi nel loro quotidiano. L’eros autentico è abbandono all’atro, rinuncia a qualsiasi presa, a qualsiasi volontà e progetto” (Filippo La Porta- Left)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...