la Vispa Teresa non era un’oca giuliva

conobbi il critico d’arte a Capodanno del 2000 tramite BVLGARI, alla Ribattola, la casetta nella campagna toscana del Signor Nicola (e di sua moglie). misi insieme un bel gruppo di jazzisti per il magnate (e sua moglie): Niki Nicolai alla voce, Stefanino di Battista al sax, mi pare alla batteria Amedeo Ariano e al forse al contrabbasso Bulgarelli, ma non ci giurerei. Sgarbi era sedato. in certe case non si va molto fuori di testa neppure a Capodanno, soltanto, ci facemmo alici a burro verso l’una, nella cucina dove poi, il signor Nicola (e sua moglie), ci servì personalmente capelli d’angelo al burro.

non sono andata fuori tema. mi vanto soltanto di aver cestinato il  biglietto da visita del critico d’arte quella notte stessa, e introduco una nazione governata da misogini e leggi che non li contrastano. perché dice bene la Bonino, non è che noi italiane siamo così distanti dalle arabe, che però guardiamo con sospetto, non è che ci siano tutte queste direttrici di giornali e televisioni qui da noi. la de Beauvoir resterà per sempre la moglie di Sartre e la Arent l’amante di Heidegger, e l’80% dei  lettori maschi continueranno a ignorare chi siano “queste due”. così come, a causa dei maschi che chiamano #depensante una Sindaca senza rischiare l’arresto immediato almeno per una notte, non conosciamo scienziate, astronome, lesbiche viaggiatrici. donne che hanno lottato per tutta la vita  i #depensanti come Cruciani, misogino numero uno, Sgarbi, misogino numero due, e Bene, grande attore ma misogino numero tre, tirato in ballo con fierezza proprio da Sgarbi, e famoso picchiatore di attrici.

che la Raggi sia indagata è acclarato, così come si sa che io voto PD, ma non abbiano bisogno di giochetti idioti, di Sgarbi che saltella per gli studi televisivi per tediarci con una brutta imitazione della Sindaca, senza forse sapere chi fosse la Vispa Teresa di Trilussa, e interpretando come un’oca giuliva una “ragazza perduta” che lottava, guarda caso, per la propria autonomia. saremo sempre mogli di qualcuno, o amanti. perché dietro una grande donna c’è sempre lo stronzo che la raccomanda, dice la signora in Metro della bella ragazza finita in TV per meriti propri. soltanto se non sei “piacente” il tuo merito potrà essere preso in considerazione, anzi no, forse in quel caso si dirà che ce l’hai orizzontale, la castagna, come la chiamava mio nonno, misogino numero quattro. 

(p.s. intanto, la Boldrini non spende neppure una parola in difesa della Raggi. perché oltre a essere confuse, le nostre femministe sono anche loro un po’ misogine).

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...