scrittori di regime

Otto e Mezzo, 25-11-2016:
di come un uomo di successo si arroghi diritti, concessioni e galanterie che non gli spettano; di come una conduttrice capace si lasci sovrastare da lui; di come una donna, Sabina Guzzanti, ne esca vincente.

ospiti da Lilli che chissà perché ne invita sempre due per il Sì e uno per il NO, due pezzi grossi, Calabresi megadirettore di Repubblica, Carofiglio scrittore famoso.

lo scrittore, ovviamente a favore del Sì, inizia dichiarando la propria inferiorità nei confronti della Guzzanti di cui si dichiara fan e che è invece a favore del No, da grande amante delle sue gag sottintende forse che gli dispiacerebbe umiliarla?, battagliare con lei?, che c’entra?
lei infatti gli restituisce il favore: anche io l’ammiro.
tra i due c’è subito attrito.

l’attrice espone le ragioni del NO sulle quali anch’io convengo: “la palude dipende dalla pessima politica che si svolge in questo Paese, le spaccature dipendono dalle lotte interne, e la Costituzine è l’unico elemento semmai nobilitante della nostra politica… “.

Carofiglio, con solita cadenza simpaticamente barese, inizia il teatrino: posso farle una domanda?
Sabina, in minoranza, protesta simpaticamente.
Carofiglio: voglio farle una domanda per farla parlare di più!!!
Guzzanti: ma io parlo lo stesso di più. (sorridendo: brava, grande, non hai bisogno di concessioni)
Carofiglio: no, ma io voglio farla parlare di più, posso farle una domanda?
Guzzanti Gruber (in coro): Sì, sì, faccia la domanda.
perché ai maschi ogni tanto bisogna darla vinta, come quando insistono per fare due chiacchiere in un posticino appartato.

oddio che grezza diremmo a Roma…

ed è qui che lo scrittore maschio si raddrizza nella schiena, alza il ditino e diventa uomo di legge e un po’ padre, un po’ maestro, anche, comprensivo verso l’allieva, e che durante un amichevole interrogatorio, e d’altro canto questo è il suo mestiere, chiede a Sabina di diventare esperta in Leggi elettorali e di entrare nel merito, così da darle infine della superficiale, causa risposta troppo generica, perché l’obbiettivo è sempre quello, che si dibatta sul Referendum o sui diritti delle donne: metterci in difficoltà.
sembrava il Professor Marvulli quando mi assegnava il 6 politico in Greco sebbene avessi passato la notte in bianco a studiare.
Calabresi, super direttore di Repubblica, sorride sornione in controscena.

grazie per questa performance.
il diavolo è nei particolari e dalla parte del Sì.

Annunci

3 pensieri su “scrittori di regime

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...