ti vogliono santa ma ti sposano puttana

«…bellino il telefilm Nurse Jakie! è umana, ha la pelle di una quarantenne e la tossicità di qualunque persona normale alle prese con un’esistenza che evidentemente non la appaga».
«e tu che ne sai? ieri sera non dovevi vedere quello con tanti capelli che hai conosciuto su FB?».
«certo, l’ho visto. l’ho fatto salire da me con la scusa di un drink e qui siamo rimasti. ma poiché sotto di lui mi annoiavo, ho fatto un po’ di zapping sui canali on demand e ho visto un paio di puntate di Nurse Jakie».
«ah»
«non potevo mandarlo a Como a becco asciutto. benché della nostra misericordia nessun uomo se ne ricorderà mai… ».
«ma mica era un cliente?».
«sì, lo so. ma che differenza fa? pensi veramente che tanti di quelli che ti fanno i complimenti per come scrivi siano interessati soltanto alla letteratura?».
«i cicisbei?,  che sembrano non poter fare a meno della mia pagina FB?, e se non gli rispondi a uno dei 400 messaggi giornalieri, spariscono come per una morte improvvisa, senza neppure dire ciao… ».

«ecco. per me gli uomini sono tutti clienti», confessa la mia saggia amica Maria Teresa, che con tre lauree fa marchette per fare la spesa.
«e d’altra parte ci trattano comunque da puttane, non considerando quanto il cambio con la sicurezza economica, in un matrimonio, possa talvolta essere svantaggioso, frustrante, e che salire alla Casa Bianca mentre le casalinghe di tutto il mondo twittano quanto sia stato facile per te aprire le gambe, sia un’ottima ragione, per una donna, per considerare ogni rapporto sotto la luce della convenienza economica. l’unica differenza è che io mi faccio pagare cash».

di là sento un ronzio sospetto: «tranquilla, per pranzo ho la passata di verdure».

beh, certo, Maria Teresa ha ragione. l’ultima volta che ho parlato con un uomo mi ha fatto l’elenco delle donne importanti della mia città che avevano offerto prestazioni di letto in cambio di una buona carriera.

«ci vogliono Sante ma ci sposano Puttane e viceversa. mai soltanto donne. e il guaio vero è che sono quasi sempre gli uomini ad assumerci».

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...