te lo faresti uno come Trump?

«te lo faresti uno come Trump?».
«no, dai, che stupida!».
«ma come stupida? fai marchette in zona centro Milano e un paio di volte al mese a Roma Montecitorio, e non ti scoperesti uno come Trump?».
Maria Teresa, in arte Marité, prende tempo rollandosi una sigaretta:
«io mi scoperei Trump, non “uno come Trump”!».
prima puntualizza, poi ride e rido anch’io.
parla proprio una coniglietta dell’Iowa a un concorso di bellezza.
Marité ha così tanti talenti, che in un Paese che non fosse questo avrebbe potuto fare l’attrice e avere successo.

ma lei preferisce non lamentarsi. non scapperebbe mai da questo troiaio.
così miagola del tizio con tanti capelli che ieri le avrebbe scritto in privato, e che farebbe bene a invitare a casa sua al più presto, saltando l’aperitivo, in modo da togliersi lo sfizio, prima che qualcosa vada storto come è successo con il bellissimo cardiologo modenese che, un mesetto fa, al telefono e prima d’incontrarsi di persona, le ha messo in fila tanti di quei “piuttosto che” congiuntivi che l’unica sarebbe stata rivederlo imbavagliarlo, salvo poi perdersi l’unica attività per cui la lingua di alcuni uomini è necessaria, e che non è mangiare il gelato.

«mi domando soprattutto che senso abbia vivere mummificati, mangiare soltanto verdure crude e stare lontani dai piaceri se si è ormai con un piede nella fossa. una bella bottiglia di rosso, una grigliata mista, per sciacquare la bocca finocchi o puntarelle… una sacher per concludere… roba che forse fa male ma è l’unica cosa per cui valga la pena vivere. cresci figli, paghi il mutuo, vivi frustrazioni e mangi verdure crude?
sì, cioè, se ti fai il mazzo per una vita intera che senso ha evitare il cancro fino al giorno della tua morte?».

balbetto qualcosa di politically correct circa il fatto che ognuno è libero di morire come meglio crede e che su certe cose sarebbe meglio non prendere posizione altrimenti i vegani che sono fanatici iniziano a insultarti…

«sì, però, dai, dimmi che anche tu hai pensato la stessa cosa, che prima di morire una bella grigliata mista Veronesi poteva pure farsela».

Annunci

Un pensiero su “te lo faresti uno come Trump?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...