Sulla sessualità dei disabili e le accarezzarici

al lavoro con gli amici di Giustizia e Libertà per capire cosa esiste già in questo Paese cattolico e perbenista, in materia di sessualità e disabilità, e cosa provare a fare.

Giustizia e Libertà Savona

Abbiamo deciso, oggi, di dedicare la giornata ad una questione a nostro avviso importante, se pure può apparire una questione specialistica, intendiamo comunque occupparcene per non fare “ritirate” strategiche o tattiche anche sul terreno dei diritti civili che non consideriamo come un esclusivo interesse dell’area politica della borghesia liberal. La lettera che pubblichiamo, scritta il 4-10-2016, rivolta alla scrittrice erotica Elena Bibolotti, ci ha permesso di arricchire un dibattito-riflessione importante che si aperse tra i vari membri che si sono andati a costituire all’interno di GL e, che prosegue, e non si esaurirà certo con questo scritto, in cui tentiamo, adesso, di esteriorizzare alcuni punti d’arrivo. Se alcuni punti sollevati sono stati appena trattati, altri li abbiamo appena sfiorati. Il lettore protà rendersi conto dei vari passaggi del lavoro compiuto e di quello che resta da fare. Essendo un punto d’arrivo e allo stesso…

View original post 1.057 altre parole

Advertisements

Un pensiero su “Sulla sessualità dei disabili e le accarezzarici

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...