troia

è da ieri, dopo il breve “moment”pubblicato su Tiziana Cantone, che mi scrivono “troia” in tutte le lingue del mondo. si sa che gli imbecilli hanno fake numerosi a coprir loro le spalle, a difenderli e aggredire il prossimo: li bannerò finché il tizio esaurirà i mandanti. sono abituata ad aggressioni maschiliste. le ragazze carine e sveglie, soprattutto al sud, son considerate troie sin dalla nascita. io poi io mi chiamo Elena, e fu proprio sul muro del prefabbricato delle elementari che lessi per la prima volta l’infamia associata al mio nome. è una specie di marchio impresso alle bimbe, quando affettuosamente, guardandoci, l’amico dice al papà: questa te ne farà passare di tutti i colori.

e sono quei colori che io non mi giustificherò mai di aver voluto vedere, toccare. di aver sofferto addirittura per poterli fare miei, e dipingere così il grigio mostruoso della grettezza e del moralismo che nutre la gente che non ha niente da fare, che non legge, che non si accontenta di riempire gli spazi vuoti della propria esistenza attraverso le vite e le storie di altri, quelle edificanti e che possano fare da esempio, e portare colori in una esistenza che serve solo a pagare buffi, a nutrire vendette.

io non credo si possa educare all’amore con l’odio, non c’è perdono né vendetta scriveva Borges. ed io penso che il problema che affligge chi chiama troia una donna libera, sia di essere frustrato, infelice, poco amato, ignorante, debole. e non sarà certo la vecchia legge del taglione a educare chi l’amore non lo ha mai conosciuto. bisogna ripartire dalle scuole, dalla televisione. e come si fa in un Paese dove proprio in TV vedi gente che s’insulta e sta sulle prime pagine dei giornali, un paese dove ci sono mensilmente episodi di violenza all’interno di asili, palestre, discoteche. se le adolescenti riprendono con la video camera l’amica stuprata c’è qualcosa che non va nel paese, non in loro, e non è soltanto cultura machista.

non sarà forse che le TV e i giornali come “il Fatto” devono piantarla di esaltare i social?, così l’editoria, che stampa a getto continuo roba illeggibile scritta da twitstar del gossip che spariranno tra meno di due mesi? vogliamo far capire ai ragazzi che non è la celebrità a salvarti il culo ma la cultura? anche se non ti dà soldi?, anche se devi soffrire?, e che il successo non dipende dalla visibilità che ottieni ma dalla felicità che senti dentro? dall’appagamento, che non è roba che si compra?

poi vince la maggioranza. e pazienza. io ballo da sola.

Annunci

13 pensieri su “troia

  1. “se le adolescenti riprendono con la video camera l’amica stuprata”.
    Vogliamo aggiungere che l’amica diciassettenne era disfatta dall’alcol mentre la stupravano?
    Perché a 17 anni ci si disfa di superalcolici?
    Perché qualcuno glieli ha venduti (e nessuno ci dice se ha pagato per questo)?

    Mi piace

  2. Forse bisogna intendersi anche sulla definizione di amicizia. Come si fa a definire amiche delle deficienti che riprendono la loro compagna stuprata, invece di cercare di aiutarla? Saranno amiche su fesbuc, forse, ma nella vita non mi pare. Che qualcosa non vada nel paese, e anche tanto, siamo d’accordo, però ognuno deve anche assumersi le sue responsabilità… sulla vicenda di ieri invece io ho dei dubbi che quella fosse una donna libera. Disinibita, esibizionista, ed infine finita in un meccanismo che l’ha stritolata, ma libera non mi è sembrata.

    Mi piace

    • aspetta, ho parlato di “millantata” libertà sessuale non a proposito della povera Tiziana sepolta oggi, ma del popolo del web, che è invece moralista e gretto nonostante le pubbliche dichiarazioni.
      grazie per il commento.

      Liked by 1 persona

  3. Perdona, sono Giansisto, cugino gemello di Giambrico e sodale degli altri due. Mi aveva parlato Gusberto di questo blog, che frequenterò di sicuro.
    Ora volevo solo dirti che sono d’accordo con te su tutto, ma che. da lettore di FB, non ho ben capito quella tua frase sui picchi ormonali. A che è rivolta? A chi, in caso? E, in ipotesi, ha a che fare con quanto si legge in questo bel post?
    Grazie

    Mi piace

    • Giansisto! ma siete una congrega! … per quanto riguarda gli ormoni son cose tra amiche, linguaggio di donne, niente di che…
      ormai qui si pensa esclusivamente al lavoro, come il suo amico Gusberto sa. grazie per il commento e la preoccupazione per i miei picchi ormonali.

      Mi piace

  4. C’è una cosa che mi atterrisce ed è che odio e detrazione li percepisco in percentuale superiore al dolore di quanto accaduto negli ultimi tempi. Dico percepisco perché fortunatamente sulle bacheche e Tl dei miei account Non ci sono machi ubriachi di rabbioso testosterone. Attorno invece si sente chiaramente questo magma, anche quando si tenta di essere scherzoso, anche quando hanno il coraggio di argomentarlo

    Liked by 1 persona

  5. Credo che tu abbia capito da che parte sto e come la penso. Solo una cosa vorrei dire. Non per criticarti, solo per un mio modo di combattere l’imbecillità. Io non bannerei chi insulta. Ne cancellerei nulla. Per un motivo. Perché lascerei che chiunque possa vedere che tipo è quello/a che insulta. In modo che se A ti insulta ed A è amico mio o mi venga a chiedere amicizia io posso senza problemi mandarlo affanculo avendo visto che merda sia. Insomma lascerei l’insulto come prova tangibile di quanto tu che lo scrivi sia imbecille in modo che chiunque possa vederlo. Il massimo poi sarebbe fare un database mondiale contenente tutti loro! In fondo l’ostracismo non era una cattiva idea della serie vedo chi sei e ti evito come le merde!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...