la bambina di Melito non merita sdegno?

tra i suoi stupratori c’è il figlio di un esponente di spicco della locale ‘ndragheta, poi c’è il figlio di un maresciallo dell’esercito, il terzo è fratello di un poliziotto, il quale, intercettato, gli avrebbe pure suggerito di starsene zitto. i particolari agghiaccianti sono tutti qui, per chi ancora non fosse al corrente dell’orribile vicenda http://www.lastampa.it/2016/09/11/italia/cronache/se-l-andata-a-cercare-il-paese-volta-le-spalle-alla-ragazzina-violentata-zzOxJ18IlHQP1vHsG4HDOO/pagina.html .

rettifica: gli stupratori sarebbero nove, qui http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/09/12/melito-di-porto-salvo-ragazzina-di-13-anni-violentata-dal-branco-la-madre-sapeva-tutto-ma-ha-taciuto/3028375/un articolo de Il Fatto con le ultime notizie sul branco. lascio il mio pezzo invariato.

gli stupratori quindi l’hanno prelevata da scuola per tre ani di seguito per condurla in un paio di luoghi in campagna, dove, a turno, se la facevano. vi turba, vero? no, dico il termine “farsela”, vi turba?, perché ho la sensazione che così parlassero, i tre, quando Davide, quello che piccola pensava ingenuamente fosse il suo fidanzato, forse per dargli un po’ di umanità e non morire di vergogna, la costringeva in terra sulla copertina rosa  e l’aiutava ad abbassarsi i pantaloni, di nuovo, perché l’amico suo potesse fare lo stesso su di lei, la stessa cosa che avevano appena fatto gli altri due. tredici anni e tre anni di violenze continuate. ci pensate? o eravate troppo impegnati a guardare la domenica calcistica, a perseguitare la Raggi e a scrivere frasi ficcanti per la commemorazione dell’11 settembre?

a me turba che nel 2016 in Italia ci si ribelli a comando, quando si rischia un retweet per una frase giusta sull’hashtag #noviolenzasulledonne, o per sciovinismo, per una vignetta che un giornale satirico ormai in decadenza ha pubblicato per far parlare di sé; ci si sdegna per il #burchini che fa tanto gente che ragiona, ma non per una ragazzina VIVA E VEGETA ormai segnata a vita dalla disumanità, e inoltre accusata dalla gente, e dal prete, e dalla maggioranza delle donne di Melito di essere una ragazza “movimentata” e di essersela cercata. a me disturba che si sia insinuato fosse una che si divertiva a pagamento, e che della manifestazione in sua difesa ci fossero solo 400 persone su 14.000 residenti.

e mi disturba che la bambina di Melito, un metro e cinquanta per quaranta chili, trattenuta per i polsi e penetrata per tre anni da tre adulti, e schiaffeggiata e picchiata e soffocata, non stata difesa dal democratico popolo del web, al quale io, che siedo da anni dalla parte sbagliata perché Brecht  un po’ l’ho letto, non ho mai creduto. bravi, ma oggi, quando twitterete #primogiornodiscuola ricordatevi che, per alcune di noi, che hanno aguzzini ad aspettarle e non genitori, la scuola può essere un incubo.

Advertisements

2 pensieri su “la bambina di Melito non merita sdegno?

  1. I tre bastardi purtroppo non erano stranieri per cui il popolo web tace come tace Salvini e tutta la marmaglia di quelli che le donne le difendono solo quando la difesa coincide con la difesa del suolo patrio perché si sa, ognuno si stupri le donne proprie…questi arrivano, ci rubano il lavoro e pure le donne? E no. Invece così è tutto regolare…al massimo diranno che la vittima sicuramente se l’è cercata…

    Liked by 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...