occidente

provo ancora il puerile desiderio di sbarazzarmi in fretta dell’estate. anche se non ho nessuno da salutare in fretta prima della partenza, né da rimuovere con dolore dall’album dei ricordi. non c’è la stilla di umiliazione che l’amore non corrisposto produce. di addii ne ho pronunciati troppi, e non è vero che se una cosa è importante dura per sempre, non per chi crede nell’eternità né per chi si consuma troppo in fretta.

corro a passo di lumaca per non perdermi niente di questa esistenza meravigliosa, le mie abitudini per prime, le stampelle che mi hanno permesso di rimanere in vita sin qui, i vizi, che coltivo con gioia nonostante i consigli non richiesti: non m’interessa diventare una superstite con badante.

metto in colonna tutte le volte in cui ho infranto le regole, o in cui qualcuno mi ha ingiustamente calunniata. misuro il mi grado di empatia con il mondo e decido che non mi piace questo occidente, non mi piace guardarvi con lo specchio in una mano e la parola di Dio nell’altra.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...