la tecnica della nonna

ieri l’incubo del Man che mi tradiva per la giovane cantante di jazz rumena e un tantino calante. da qui una serie di telefonate domenicali tra amiche (il Man era fuori).

chiunque pensi che l’idea di “tenersi un uomo” sia tramontata, messa in naftalina assieme a tutte le tecniche seduttive culinarie e casalinghe, non ha mai presenziato a una cena tra donne etero ultra quarantenni. sì, si tratta di luogo comune, infatti ci si dà appuntamento  in pizzeria, dove possiamo, senza rischiare di farci sentire, scambiarci notizie sulle ultime tendenze in fatto di uomini, sia analogici che digitali. informazioni ovviamente privatissime su giornalisti, attori, editorialisti in vena d’inviar poesiole e richieste di foto hard sui social.

le tecniche su come, appunto, “tenercelo”, o su quanto lunghi debbano essere i tempi di attesa prima di “dargliela” in base a ciò che vogliamo ottenere, sia l’obbiettivo della”concessione” un lavoro a tempo indeterminato o la proposta per un giro in barca, sono di fondamentale importanza, e non è raro assistere a veri e propri simposi sul tema. la tecnica della nonna, carpita alle donne di famiglia durante i pomeriggi del lungo e macchinoso cambio di stagione, ha salvato la vita a  molte.

se scopri che il tuo uomo ti tradisce, lascia che neghi. non farsi prendere dall’orgoglio e dal desiderio di farli fuori entrambi, (metaforicamente è ovvio), invitando, per esempio, i tre allenatori della palestra in fondo alla strada a prendere un tè a casa, può essere un buon antidoto al fiele della gelosia. calmati, quindi, e se il fedifrago nega, lascia che sia. l’amante ha soltanto lo scopo di rimpiazzarti, e riconoscere la sua esistenza, crederci, è il primo favore che tu, cornuta, puoi farle. il marito preso dalla passione temporanea per la ventenne coscia lunga, conserva sempre un barlume di razionalità che gli consentirà di capire che non conviene lasciar la vecchia per la nuova via.

se l’amante non esiste, lui, e il suo lavoro, e i suoi vizi, e soprattutto la sua pensione di reversibilità, resteranno a casa, continuando a pagare il mutuo e a farsi piccole storie on line.

Advertisements

2 pensieri su “la tecnica della nonna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...