l’uomo Libbero e l’idea di democrazia

stanotte il Man mi ha mostrato un tizio pieno zeppo di fan (purtroppo) che, chiaramente su FB, il social dove vince chi ce l’ha più grosso (l’ego), urlava contro chi gli aveva segnalato un video (che chiaramente NON posterò), e tra una parolaccia e l’altra cianciava, con tono minacciosissimo, sul fatto che siamo in democrazia e che quindi lui  può fare e dire tutto “er cazzo che je pare“. un motto che si legge spesso, direi.

il popolo alla riscossa che non s’impegna a leggere nemmeno le istruzioni e le modalità d’uso, quello che ama tanto la democrazia da aver delegato sempre ad altri le decisioni, che invoca con nostalgia il fascismo che però si guarda bene di osannare nei periodi in cui non va di moda, o se si trova ad atteggiarsi a musicista o scrittore nei salotti buoni della sinistra da barca a vela con terrazza ai Parioli.

intanto, caro signor Libbero, la nostra è una democrazia parlamentare, ossia “indiretta”, il che vuol dire che il popolo -quello che vuol fare il cazzo che je pare, cioè tu, chiunque tu sia-, vota dei rappresentanti, e non è quindi lui in prima persona (cioè tu), almeno fino al termine della legislatura quando ti candiderai, a decidere un bel cazzo di niente. inoltre faccio presente che la democrazia è un sistema imperfetto per il solo fatto che, la maggioranza, sempre quella di cui fa parte l’orgoglioso uomo Libbero e che affollava Piazza Venezia ai tempi di mio nonno, potrebbe decidere di sopprimere qualsiasi libertà del popolo e dell’uomo Libbero.

io, insomma, nelle mani della maggioranza non mi sentirei così al sicuro, infatti sto per organizzare una migrazione su un altro Pianeta. ma sarei più tranquilla se l’uomo Libbero leggesse, s’informasse prima di sparare cazzate in pubblico, e sapesse che la sua libertà è tale perché ha un limite, e che quel limite sono le leggi imposte dalla maggioranza, come per esempio la libertà di dissentire su ciò che lui afferma, di bannarlo, insultarlo o denunciarlo, e non soltanto ignorarlo. che insomma la mia libertà, che non è più cretina della sua, sta nel contrastare con tutte le mie forze la sua falsa idea di Libbertà. che magari, a dirla con una “b” sola, vale anche di più.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...