ESTATE

in estate si sa, ci son quelli che sbroccano alla controra e prendono a pistolettate il vicino di casa perché i panni stesi gocciolano sul balcone. uno cui la vita puzza di merda, e forse ha anche ragione visto dove vive.

io invece sono sempre stata fortunata con i vicini. in via Cavour, parlo sempre di Roma perché è qui che abito da 30 anni, ci fu il bordello al terzo piano la cui tenutaria, Lavinia, preparava crostate in cambio del pesce che andavo a comprare per lei a Piazza Vittorio.

quando andai a vivere in “culonia”, sulla Cassia, in via Gradoli, nello sprofondo di Roma e della storia dei nostri anni di piombo, avevo per vicini dei graziosi sposini viterbesi. all’epoca dividevo l’appartamento con M., doppiatore figlio di doppiatore che però non voleva fare il doppiatore ed io ero l’attrice giovane dai lavori saltuari che per pagare l’affitto lavorava invece all’144 (linea HOT in voga negli ani ’90). la coppietta ci provò i tutti i modi a farci capire che una cosa a quattro sarebbe stata auspicabile. un giorno, Sonia mi telefonò chiedendomi di guardare nel cassetto della loro stanza da letto, avevo chiavi, e vedere se c’era il suo passaporto. nel cassetto trovai due video dai titoli espliciti, uno s’intitolava: vicina bollente. e poi alcuni sex toy interessanti. al telefono finsi nessun imbarazzo e la cosa finì lì.

a via degli Ibernesi, un piano sotto, un manager bellissimo e ovviamente gayssimo subì la mia persecuzione per un anno intero, e fu dura, grantisco, e glissò elegantemente sulle mie battute e doppi sensi, respingendo con dolcezza i miei inviti a cena e chiudendo le persiane sui miei spogliarelli.

 

Annunci

2 pensieri su “ESTATE

  1. “lavorava invece all’144”
    Scusa l’ignoranza, cosa vuole dire?
    In merito ai gay bellissimi ieri al Bologna Pride c’eraro ragazzi splendidi, con fisici torniti dietro a cui sbavavano inutilmente torme di ragazzine. Non so se è stata una reazione allo “scampato pericolo” di una giunta leghista ma mai vista tanta gente gioiosa al Bologna Pride (e sicuramente tanti non LGBT). Ho messo un breve video su FB che rende l’idea di Via Indipendenza murata di gente che balla in un pomeriggio torrido. Bello vedere il sindaco neoeletto e un paio di consiglieri mescolati alla folla, senza giornalisti al seguito e senza la necessità di farsi vedere per forza.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...