l’inguaribile dongiovanni

le mie storie d’amore sono spesso legate alla musica. ho avuto mariti musicisti, amanti.
di Hans, lettore di tedesco all’Ateneo e pianista classico, non saprei dire granché, mi fidanzai con lui il tempo di ascoltare Tristano e Isotta sul materasso a molle della casa dello studente.

Antonio, un ricco e fantasioso ventenne romano fissato con la pornografia, lo frequentai per tre mesi alla fine del terzo anno di Accademia, mentre preparavo una performance su Mozart, la scena finale con il Convitato di pietra che ascoltavo anche mentre facevo l’amore.
la nostra relazione ebbe infatti un epilogo tragico: la fidanzata parigina tornò senza avvertire, una settimana prima del previsto.

la più grande opportunità di lavoro la sprecai invece dandomi troppo presto a uno tra i più noti registi di avanguardia teatrale dell’epoca.
ci accendemmo al centro della pista di una discoteca milanese con Frankie Goes ti Hollywood, Relax, dopo il mio strepitoso debutto al ridotto del Piccolo con “Benno il ciccione” .
mentre eccitatissima dalle sue lusinghe salivo le scale della discoteca per seguirlo in albergo, pregai me stessa di non fare quella cazzata madre. anzi m’implorai.
mai fidarsi degli uomini dai doppi cognomi.
o di quelli troppo belli.
ma nemmeno di quelli soltanto affascinanti o con una voce strepitosa.
né di quelli che fanno di continuo riferimento ad altre donne.
o che dalle altre sono stati sempre delusi.

il giorno seguente era un mattino veramente troppo triste per non piangere sulla banchina semi deserta, mentre guardavo il treno uscire lentamente dalla stazione. un po’ Karenina, un po’ soltanto imbecille.

sono stata Don Giovanni tanto quanto Donna Anna, anch’io come lei erroneamente convinta di “avercela speciale” e di poter far capitolare l’inguaribile seduttore.
collezionista di troppi tristi abbandoni, però, mancandomi forse la capacità tutta maschile di dire bugie e fare promesse che mai potrò mantenere.

(p.s. sono felice che vi siate accorti in tanti della mi scomparsa. è soltanto un bisogno naturale di mettere una nuova distanza tra me e l’ansia di riuscire in qualcosa, niente di grave).

Annunci

4 pensieri su “l’inguaribile dongiovanni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...