essere desiderate.

stanotte, andando verso il letto, distrutta per le cinque pagine inviate al mio prezioso Editor, ho sentito un agghiacciante servizio del TG che parlava di prostituzione giovanile e di ragazzine che si vendono per poco e niente sostenendo che: “essere desiderate è già tanto”.

immagino che da quando ero adolescente io i prezzi si siano abbassati. poi, dopo l’effetto Papi e il miraggio di un posto i Consiglio regionale l’offerta sia aumentata tantissimo. l’impunità dei clienti dei Parioli ha sicuramente aiutato il business di Lolite, e le migliaia di dolci e perfette mamme travestite da Lady Gaga che perdono ore a pubblicizzarsi sui social presentandosi spontaneamente al pubblico infilandosi nella categoria MILF, sicuramente non hanno arginato il fenomeno “la do anch’io e gratis”.

ma in un Paese che riporta su tutti i giornali una frase come quella della criminologa Buzzone, la tizia che io avrei tanta paura a trovarmi nel letto, sia come donna che come uomo eh, e cioè che “abbiamo costruito i nostri successi con i sassi che gli uomini ci hanno lanciato”, mi fa supporre gli si debba dire grazie anche per i sassi, agli uomini. e allora ha ragione la mia amica tuittera Nina, quella che sostiene l’inutilità del femminismo, giacché al primo “cazzo buono” le altre lasciano la lotta. e  immagino eserciti di femmine truccatissime e con smalto permanente dar la caccia a volatili col fucile spianato.

il tutto sta stabilire quale sia il “cazzo buono”, se quello che ti sbatte al muro con la giusta enfasi  (sempre quello dove Nina e le altre aspettano il principe azzurro), o quello coi soldi, tanti, e il successo, a mazzi.

per i miei incontri ravvicinati io propendo sempre per il “terzo tipo” . quale sia, però, non lo vengo a raccontare a voi.

Annunci

6 pensieri su “essere desiderate.

    • non soltanto voi mi si legge. anche “il nemico”, quelle che vanno a caccia di volatili e sai, non vorrei sparassero al mio. 😀 ai miei… (mi par di leggere sotto questo pseudonimo persona a me nota).

      Mi piace

    • sei nuovo di questo blog. lo “sbattimi al muro” è lo slogan delle nuove femmine d’assalto dei social. chi mi legge sa. comunque ti aggiorno: sono una moralista illuminista. tutto ciò che scrivo può essere usato contro di te. 😀 scherzo e no. Grazie per la lettura.

      Liked by 1 persona

      • Sono po all’antica (sono negli anta ma tengo duro) e mi affascinano le “femmine d’assalto” anzi le promuovo se mi capiterà l’occasione, e quindi leggo volentieri ciò che mi capita a tiro.. compreso il tuo interessante blog. Vengo da una generazione di maschi meridionali che le ragazze le vedevamo a passeggio in “villa comunale” solo la domenica e le più scalmanate le trovavi in disco fino alle 22:30 max. Quindi puoi immaginare che effetto mi fa leggere di “femmine d’assalto”… la tua immaginazione è molto florida.
        Grazie per avermi dato udienza.

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...