oggi lavoro perché è l’Europa che l’impone.

«Cittadini, lavoratori! Sciopero generale contro l’occupazione tedesca, contro la guerra fascista, per la salvezza delle nostre terre, delle nostre case, delle nostre officine. Come a Genova e a Torino, ponete i tedeschi di fronte al dilemma: arrendersi o perire». (Sandro Pertini)

però di facciata stiamo meglio eh.
abbiamo Tezenis ed H&M, cellulari di ultima generazione e sesso gratis e l’opportunità di digitare facezie sui social illudendoci di avere anche un peso.
nonostante le nostre officine non siano salve, anzi, sono più i marchi che abbiamo venduto a Francia e Cina che quelli che possiamo con fierezza esporre nelle nostre vetrine addobbate da cartelli “affittasi”.

i nostri mari e le nostre terre sono tutte inquinate, le verdure vanno scelte tra quelle meno cancerogene, il pesce proviene da Cuba; se le case non ce le prenderà Equitalia, ci penserà la Bad Bank che sta già affilando unghie e denti, le porterà via assieme al nostro culo, o a quel che ne rimane.
ho un’amica che da mesi cerca di risollevarsi da un fallimento e da mesi combatte con i cavilli che la Banca Centrale europea impone. e le nuove norme societarie, e tributarie e legislative, corda al collo per qualunque piccola media impresa.

non possiamo neppure pensare di emigrare. di fuggire nella romantica Parigi dove di francese è rimasta soltanto la tour Eiffel.
non abbiamo fratelli né sorelle e un giorno ammetteremo di aver fallito. perché anche il più idiota tra gli europeisti sa che non c’è alcuna circolazione di idee, che le compagnie teatrali come le case editrici chiudono, che si fa quel che si può soltanto per alcuni, sempre di meno e sempre più ricchi.

non mi sento europea ma soltanto schiacciata da un’economia che m’impone di ricomprare elettrodomestici e cellulari anche quando non mi va. e da consorelle che alzano muri e filo spinato per respingere famiglie in fuga dall’orrore della guerra.
oggi lavoro perché è l’Europa che l’impone.

Annunci

Un pensiero su “oggi lavoro perché è l’Europa che l’impone.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...