Assaggi da Silvio D’Arzo. Five easy pieces su scrittori, giovani e letteratura

“La letteratura è il più complicato dei mali: non c’è cura che valga per lei: e i giovani letterati alle volte le più offensive creature del mondo. Mi convinco ogni giorno di più che per poter sopportarli occorrono buone riserve di spirito, come a loro, del resto, per sopportare quella specie di rispetto-disprezzo che li accompagnerà fino alla fine dei secoli”.

correzionedibozze & editing

“Come tutte le cose del mondo, anche questo libro ha una specie di storia. Forse la prima ragione per cui ogni cosa ha diritto sempre ad un po’ di rispetto è proprio quella di avere una storia.
(p. 57)

Niente al mondo è più bello che scrivere. Anche male. Anche in modo da far ridere la gente. L’unica cosa che so è forse questa.

View original post 549 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...