pizzo e tulle

è così, come se il cinismo di una donna ormai nell’età della ragione non potesse superare una certa soglia, un certo orario, che so, la mezzanotte della vigilia.

a me è successo ieri sera alle nove, qualcosa si è mosso facendo un gran baccano dopo che ho chiamato mia madre, quando le ho detto quanto mi dispiacesse non averla qui, ma che stavolta ho deciso di trasgredire ogni regola: la celebrazione in un venerdì di novembre, l’abito semplice bordò, i capelli corti e spettinati, nessuna bomboniera, le perle: tutte le lacrime che ho pianto e che non voglio piangere più. sì, mi è successo proprio mentre parlavo con lei. è stato quando le ho detto quanto fossi puerilmente emozionata che una nuvola di tulle e pizzo in forma di abito principesco è scesa su di me.

non importa quanti anni abbiamo o quanta acqua sotto i ponti sia passata, o quanto il dolore ci abbia rese forti. a un certo punto si diventa spose, e basta, con tanto di gonna a ruota e di velo principesco. come se l’essere spose, per qualche ora soltanto, evocasse in noi tutta la bellezza dell’essere donna, anche un po’ romantica.

ora vado. ciao.

Annunci

4 pensieri su “pizzo e tulle

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...