vorrei visitare la torre di Jung e magari dormirci

volare in deltaplano, fare il giro del mondo in 80 giorni, sconfiggere la fame nel mondo, non conformarmi mai, mandare in galera i disonesti, dormire in un cottage vicino alle cascate del Niagara come Marilyn nel film; vorrei immergermi per qualche ora nel mio passato e non cambiarne niente. saper sciare come James Bond. poter incontrare mio padre a abbracciarlo ancora. vorrei baciare Gary Cooper, fare da assistente alla regia ad Alfred Hitchcock e ballare con Fred Astaire. vorrei essere un gatto per quarantotto ore sui tetti di Parigi in primavera; un mandorlo fiorito in Giappone. vorrei stare qualche secondo tra le stelle senza pensare all’infinito, vorrei essere il tramonto frettoloso dell’autunno, una foglia che cade, un uccello tra i rami. vorrei incontrare De Sade ed essere contemporaneamente l’amante di Valmont. per una volta soltanto vorrei che mi ascoltaste: io morirò e l’Europa sarà ancora un tentativo fallito. qui, tutto è una presa per il culo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...