a-social

mi scrivete domandandomi quando tornerò. lo so, perché io sono una veterana, ho iniziato su myspace e mi facevo autoscatti seducenti che l’Iphone ancora non esisteva. il fatto è che quando qualcosa diventa di tutti io non la voglio più. mi successe anche con i Police. mi succede con tutto. amo l’esclusività, l’originalità, le uova a due rossi. non è vero, è che la distanza mi ha resa più incline alla bontà e ho paura di ferirmi con il vostro inutile e arrogante cinismo. quello di alcuni, di quelli che come sport praticano l’aggressione.

e poi niente è cambiato. le trenta quarantenni pensano che postando la propria faccia ogni tre minuti o digitando battute su “youporn”, riusciranno più simpatiche e infrangeranno cuori a distanza, che scrivendo “fica” ogni tre parole saranno più seducenti, che urlando più forte degli altri arriveranno prima.

dove.

la verità è che sto finendo un romanzo. un altro. sto correndo di più. sto facendo meditazione, due ore al giorno. sto leggendo un romanzone polposo di Murakami e sto cercando di capire se mi piace, se è veramente un bravo scrittore, o se ve le bevete tutte.

a proposito di bere, sì, sto aspettando la copertina di “Pioggia dorata“.

2 pensieri su “a-social

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...