Nuovo colpo a Marino Procuratore e prefetto: “Via i dirigenti corrotti” (MARCO LILLO E VALERIA PACELLI)

Un giorno racconterò per filo e per segno il mio fallimento, e non come ho fatto per il mio secondo romanzo, in forse, tra l’altro, per una pubblicazione. lo farò facendo i nomi di chi mi ha spinta verso il baratro perché non “cliente”. i nomi di chi ha aiutato il fallimento di una tra le migliori scuole di musica moderna, che pure, nonostante in liquidazione da un anno, aveva trovato un grosso finanziatore. l’Università della Musica di Roma: 20 anni di storia e i miei quattrini per il rinnovo e la ristrutturazione. Fallita io per alcuni milioni euro, finita sul lastrico e dopo aver fatto anticamera per circa TRE anni, tra Camera dei deputati e Comune, e Regione e Provincia per avere un cazzo di maledetto stabile in disuso. un giorno farò la lista di chi lo stabile lo ha ottenuto, e di cui magari, oggi non se ne fa più niente. alcuni tra gli arrestati son gli stessi che facevano “no” con il capino alle mie preghiere. almeno una soddisfazione…

Triskel182


MarinoIl destino di Roma   Il Comune non deve essere sciolto per mafia, ma bisogna allontanare gli amministratori coinvolti nell’inchiesta per “omesso controllo”.

L’ ultimo colpo contro il traballantesindacodiRomaèarrivato ieri sera dal Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza presieduto dal Prefetto Franco Gabrielli e allargato per l’occasione al Procuratore Capo di Roma, Giuseppe Pignatone. Il consiglio comunale di Roma non sarà sciolto per mafia ma la Capitale subirà l’onta di essere definita dalle massime autorità di sicurezza una città condizionata dalla mafia e potrebbero essere sciolti i municipi e dipartimenti più infiltrati. A saltare, per ora, secondo il Prefetto Franco Gabrielli dovrebbero essere quindi non i politici del Campidoglio male seconde linee locali e amministrative. A partire dai dirigenti incapaci di resistere alle blandizie degli amici di Salvatore Buzzi e Massimo Carminati.

View original post 381 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...