dai, ditemi se vi piace

come sempre di ottimo umore, poiché per quanto si faccia, oggi, emergere è come vincere un terno al Lotto, mi rimetto a caccia di un Editore che paghi (poco ma subito), e che non abbia paura.
il giorno dopo la delusione per non essere nemmeno tra i finalisti del Premio Neri Pozza, seppure con un romanzo senza sesso, che ha un po’ della nostra storia recente nella trama e che rispetta il gusto dei lettori N.P. (radical chic e ultra cinquantenni), risalgo a cavallo e ritento con il mio “Pioggia dorata” che credo finirò con l’auto pubblicarmi anche se non mi va nemmeno un po’.

ditemi cosa pensate di questa Biografia!, siatemi utili, insomma. evitate il mutismo che vi prende quando passate da qui e poi mi scrivete in privato: non ho voglia di scriverti idiozie… grazie.

BIOGRAFIA

Elena Bibolotti

Nata a Bari inizia a lavorare a quindici anni nella compagnia “Gruppo Abeliano”. Ottenuta la maturità classica, supererà le selezioni per il corso di recitazione presso l’Accademia Nazionale Silvio d’Amico vincendo borse di studio per due anni accademici di fila, svolti rispettivamente ad Amsterdam e Mosca.
In seguito lavorerà per la compagnia “Teatro di Dioniso” di Valter Malosti ricevendo numerosi riconoscimenti e la segnalazione al Premio Duse per “La trasfigurazione di Benno il ciccione”. Sarà in compagnia con il teatro “Due” di Parma e la Compagnia del teatro Morlacchi a Modena. Ha lavorato inoltre sotto la direzione di Andrea Camilleri, Lorenzo Salveti, Cesare Lievi, Mario Martone e Werner Wass.
Nel 1996, all’alba dell’era informatica, fonda uno tra i primi Internet Provider italiani. La nuova frontiera digitale la porterà a girare gli Stati Uniti per la Web Music Company S.p.A. e a portare in Italia la prima firma SIAE per la vendita di musica on line. Sempre in abito musicale rileverà il Saint Louis College of Music (1999) e l’Università della Musica (2002) portando le due scuole a ruolo di leader per la didattica musicale moderna. Il fallimento dell’UM per la chiusura creditizia delle banche e la diminuzione sensibile del numero di studenti, la ridurrà sul lastrico ma anche ad abbandonare il primo marito, un chitarrista da un lato geniale dall’altro megalomane.
Nel 2008 invierà circa cinquecento curriculum nella speranza di trovare un lavoro stabile come segretaria. A chiamarla per un colloquio conoscitivo saranno il vice direttore della Luiss Guido Carli, Gianni Lo Storto, e la segretaria di un’azienda anonima, Monica, che assolda Escort bilingue e con l predilezione per il sadomaso.
Deciderà, infine e purtroppo, di lavorare per lo scrittore Roberto Cotroneo come assistente didattica al corso di “Editoria e scrittura creativa”, leggendo in questa coincidenza un chiaro segno del destino e rovinandosi per sempre alla ricerca di un futuro possibile.
Nonostante il lavoro di attrice, Elena Bibolotti è una persona schiva, da ingenua ha finito per fidarsi degli altri e farsi molto male. Non è opportunista e non ha mai utilizzato la fama dei propri amanti per fare fortuna.

Per alcuni anni è stata presente su “Informare per Resistere” con “Teresa in Cronaca RAP” e, per “Lettere Magazine”, con numerosi articoli di critica cinematografica.

Pubblicazioni
“Justine 2.0”, INK Edizioni (Milano 2013)
“Mr Perfect”, 80144 Edizioni (Roma 2014)
“Il Pusher”, 80144 Edizioni (In uscita, Novembre 2015)

9 pensieri su “dai, ditemi se vi piace

  1. Non disprezzare l’auto pubblicazone. Vi ho trovato cose egregie anche se nello specifico riferite alla letteratura di genere.
    La bio ha una sottile vena ironica ma forse è più onesto definirla sarcastica che non nasconde la tua forza d’animo.
    Con sincerità.

    "Mi piace"

    • 😀 più nobile il sarcasmo… l’ironia è ormai alla portata di tutti. Non sottovaluto l’autopubblicazione ma sono pigra. In linea di massima penso che appena mi sentirò pronta, credo Ottobre, autopubblicherò “Pioggia dorata”. Avrei dovuto farlo a giugno, ma poi, sì, mi sono mortalmente lasciata andare alla scrittura. Il fatto è che se lo faccio devo tornare sui social, e volevo prendermi prima il mio tempo. Tempo… quello che manca sempre… 😉 buona serata

      Piace a 1 persona

      • Tempo. maledetto tempo. A breve dovrebbe uscire un mio romanzo in ebook mentre entro la metà di luglio devo consegnare il nuovo scritto per l’editore. Giorni caldi e non solo dal punto di vista climatico. Avevo percepito bene usando “sarcasmo”… mi fa bene “frequentarti”!
        Buona serata a te e spero a presto.

        "Mi piace"

  2. A me sembra una bio onesta, sicuramente inusuale, tanto da farla sembrare ironica. La rileggo che ho in mente un’altra considerazione.

    "Mi piace"

  3. Mette a nudo il duro lavoro che c’è dietro una realizzazione intellettuale priva di lanci programmati per nomi noti. In pratica dà chiara l’idea di chi scrive perché ha un talento, gli piace farlo e nel contempo lo fa per lavoro, che come tale è fatica. Poi magari non tutti capiranno, ma tu sei così.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...