suicidi su Facebook

non posso levarmi dalla testa l’immagine del ragazzo di Vigevano, candidato a consigliere comunale e suicida a ventisette anni.
a ventisette anni anch’io decisi di farmi del male sposando un chitarrista megalomane e manesco.
a ventisette anni decisi di non fare figli e di lasciare il teatro stabile di Modena, ma non di darla vinta a questi quattro pressapochisti che, dai giornali di gossip -guarda caso gli unici a sopravvivere senza finanziamenti-, ci dicono se e quando lamentarci. cosa e come scrivere. quando e se diventerò mai “qualcuno”.

come se acquisire follower su twitter alla velocità di una pop star bastasse metterci al riparo dalla frustrazione e dalla tristezza per un’umanità che ci vuole tutti uguali, bene identificabili dietro un acronimo, ben leggibili e interpretabili, mai fuori dal coro.
io non sarò mai una Milf o una Cougar.
preferisco l’anonimato all’omologazione.

e non riesco a dimenticare le parole del ragazzo: mi sento sempre più stretto in questa umanità falsa, illusoria, priva di serietà che lacera i propri sentimenti con la naturalezza di quando si respira.
ed è proprio a questa umanità bulimica, che divora e caga qualunque forma di vita, che Federico lascerà la propria lettera di addio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...